News

MusiVarium Festival

Se trascuriamo di frequentare l’arte, la poesia, la musica, i talenti culturali, se pensiamo solo a produrre e ad essere efficienti saremo in condizione di produrre bene, di rispondere con efficienza partecipe al nostro tempo?
La cultura è l’anima di un popolo, questo non l’abbiamo detto noi di Billiani, ma anche noi crediamo che senza di essa la nostra esistenza e, per andare nel pratico, anche il nostro Made in Italy siano destinati a una pericolosa superficialità.
È possibile senza partecipare e senza mettersi in gioco, dare il proprio contributo per percorsi che abbiano il fine della qualità?
Serve fare, ascoltare, condividere.
E abbiamo detto di sì anche questa volta.

Mosso dalla sua innata e coraggiosa vitalità Luigi Billiani non si è limitato a consegnare una sedia nelle mani dell’artista Lillian Sizemore, che attraverso il mosaico raccoglieva la sfida di esprimere la sua voce artistica.
La cosa bella è che si è innescato un dialogo, Billiani ha voluto comprendere la sensibilità e l’intento di Lillian. Così la competenza artigianale si è messa al servizio delle necessità artistiche di un’ispirazione. E’ stato un progetto integrato, con la volontà di superare l’ostacolo: di far incontrare due materiali opposti, il legno caldo e vivo con il mosaico duro e irregolare.
C’è stato un concorso e i vari progetti sono tutti visibili qui

Per noi saper accogliere una sfida e uscirne arricchiti è già l’unica vera vittoria.

Write a comment