Magazine

Magazine Giugno 2015

E chi si annoia!
Kavana Boban attrae chi ama il gusto italiano nel cibo e negli arredi.
Un locale eclettico, dove si sorpassa lo snobismo con la rilassatezza e la presenza di materiali autentici e dinamici.
Colpisce l’ossatura del locale, un ampio spazio caratterizzato dal caldo soffitto a botte. Qui, anche seduti, non ci si annoia, perché gli stimoli sono molteplici e convivono funzioni differenti per assecondare diversi modi di vivere la convivialità: su alti sgabelli o su poltrone più basse e ampie oppure sui divanetti, dove è più naturale accostarsi agli altri.
In questo contesto dialogano felicemente i tavoli Grapevine disegnati da Egidio Panzera,  le varie poltrone del sistema Croissant di Emilio Nanni e la W.  disegnata da Fabrizio Gallinaro.
Quando la diversità è motivo d’intesa anche Billiani è contenta.

Croissant.
Disegnata da Emilio Nanni.

Una raffinata cifra d’appartenenza lega tutta la collezione Croissant, un disegno che si ripropone, la crociera che distingue tutte le sedute e i tavoli. Sgabelli in faggio, varie altezze di seduta. dalla sala da pranzo allo spazio lounge, dal banco bar al ristorante, dalla hall alla suite: una collezione completa.

W.
Disegnata da Fabrizio Gallinaro.

W. Sedia o sgabello, lounge o rocking chair, tutte esprimono una forte caratterizzazione storica e, nello stesso tempo, un aspetto di assoluta modernità.

Grapevine.
Disegnata da Egidio Panzera.

Una collezione di tavoli che offre soluzioni per tutte le funzioni di un ambiente, dal raffinato appeal estetico. Nell’attualissima finitura noce cerato, in faggio naturale o laccato, permette una vasta gamma di personalizzazioni. Abbinando alla base grafica e neo-cubista le numerose varianti di top è possibile trasformare Grapevine in oggetto di estrema eleganza, proporlo in una veste vintage e molto cool, oppure renderlo un segno cromatico distinto e versatile.

 

Write a comment