Magazine

Magazine Settembre 2017

La comanda al posto del comando.

C’era una volta il primo albergo in riva al mare costruito nel dopoguerra della Jugoslavia di Tito.
Questa è la storia dell’hotel Jadran di Tucepi, attuale Croazia, che fu eretto nel 1948 e riservato allora ai dirigenti dei Servizi Segreti e ai potentati del Partito Comunista. A costruire l’impianto furono i prigionieri di guerra tedeschi, mandati poi a casa nel 1949.
C’era una volta … e invece oggi…
oggi c’è il risultato di una ristrutturazione imponente e recentissima a cui Billiani ha contribuito con particolare gratificazione, attraverso la fornitura di quasi tutte le sedute dell’Hotel, ritrovandosi in completa sintonia con le intenzioni del progettista.

La ristrutturazione curata dall’architetto Lea Aviani, con una delicatezza esperta, immette in questo hotel una forza eversiva che restituisce il fascino e cambia completamente i connotati, riscrivendo attraverso lo stile anche la storia di un luogo.

La competenza, il buon gusto e una vivace carica cromatica hanno rivoluzionato spazi che per decenni sono stati lasciati in uno stato di abbandono, riportando il profumo, l’energia e la forza del mediterraneo, spazzando via ogni traccia di severità. L’Hotel Jadran oggi di proprietà di Bluesun, con la sua composizione asimmetrica, come vi abbiamo già svelato, si trova molto vicino al mare su una cresta rocciosa ai piedi del Monte Biokovo e con entrambi gli elementi intreccia una meravigliosa sinergia.

Ogni camera di questo hotel ha un’incredibile vista sul mare o sull’elevazione verde del monte Biokovo. Il design e il layout della struttura e delle camere tengono conto del paesaggio esterno, l’intero complesso sviluppa così tante situazioni diverse e integrate d’imponente bellezza.
L’hotel di oggi, completamente rinnovato, evoca momenti romantici di turismo e relax, trasmette il fascino antico di una rilassatezza che raramente ritroviamo nella concitata vita moderna.
Così ci piace salutare l’estate, ricaricandoci con scorci di mare azzurro, interni accoglienti dai colori vibranti in una storia a lieto fine!

Write a comment