Non categorizzato

News Ottobre 2019

“Billiani es madera, huele a madera y piensa como la madera”

“Billiani è legno, profuma di legno e pensa come il legno”

Parola di Victor Carrasco. Entusiasta e travolgente. E’ il direttore strategico di Viccarbe nonché un eccellente industrial designer, in qualità del quale collabora con prestigiose aziende del panorama internazionale.

Gli abbiamo posto alcune domande su Fitt Classic, la poltroncina in frassino da lui disegnata per Billiani.

 

In termini di design, come vedi Fitt Classic nell’attuale panorama internazionale?

In un mondo saturo di informazioni, la collezione Fitt Classic nasce con la missione di creare una sedia “amable y lean”, essenziale e snella. Una seduta autentica, completamente in legno ma allo stesso tempo innovativa per la sua peculiarità di proporsi in numerose e differenti varianti di fusti e schienali. È una collezione che invita architetti e progettisti a partecipare alla fase di design di prodotto, attraverso la combinazione delle svariate opzioni. Penso infatti che la progettazione debba aprirsi, diventare un processo a doppio senso.

Com’è nata e si è sviluppata la collaborazione con Billiani?

Billiani è legno, profuma di legno e pensa come il legno. È un’azienda solida, con radici profonde, eppure agile e flessibile. Un prodotto può diventare un’icona solo se consegnato nelle mani di una buona azienda. È stato gratificante lavorare con Billiani, ci siamo resi disponibili praticamente 24 ore al giorno per discutere ogni minimo dettaglio.

Quanto è cambiato il prodotto finale dal primo schizzo?

Più che cambiamenti sono state evoluzioni, leggeri aggiustamenti. Credo più nelle conclusioni che nelle mode. Le mie proposte cercano l’essenza e la temporalità, la competenza di Billiani mi ha aiutato a creare un passaggio fluido tra la mia idea e il risultato finale.

Cosa pensi dell’ampliamento della collezione?

È la caratteristica chiave di Fitt Classic. Nasce come piattaforma di crescita per sorprendere ogni anno con nuove varianti di strutture, schienali e rivestimenti.

In quali contesti vedi adattarsi meglio la tua poltroncina?

Viviamo in un crossover in cui i prodotti si distinguono tra buoni o meno buoni, non in prodotti per la casa o per l’ufficio. Al giorno d’oggi, una buona sedia è adatta al contempo per una casa, in sei pezzi, o per un hotel, in seicento. Gli uffici cercano di assomigliare alle case, poiché è al lavoro che trascorriamo la maggior parte del tempo. Nessuno spazio è più categorizzabile, la digitalizzazione ha amalgamato i diversi spazi, probabilmente per sempre.

La tua versione preferita di Fitt Classic?

La preferisco nei colori neutri, la sua versione in legno naturale mi sembra davvero squisita. Ma se mi capiterà di vederla proposta in colori più audaci, sicuramente sorriderò, osservandola. Non sono categorico, per ognuno il proprio gusto è il migliore, quindi ogni giorno apprezzo più umilmente le opinioni degli altri.