Edelweiss

La collezione di sedie, sgabelli e lounge Edelweiss nasce dalla volontà di Philippe Bestenheider di confrontarsi con la materia legno. Le sedute, realizzate in multistrato di legno con spessori ridotti, uniscono il comfort di una superficie generosa all’eleganza formale e costruttiva del design svizzero. La forma arcuata dell’ampio schienale è studiata per permettere l’unione a incastro con il sedile, in un gioco di equilibrio tra forze di pressione e di trazione che simula una micro architettura e cita le sedie della tradizione alpina. La sedia, disponibile nelle due versioni con schienale pieno o forato, è ancora più leggera nella versione con i fori, segni grafici che portano al massimo la sperimentazione sulla riduzione della materia e danno vita a una seduta agile, ideale per il contract.

Fleuron

Nella sedia Fleuron di Constance Guisset, la razionalità del disegno, ispirato all’idea di un contrafforte che rinforza un muro, incontra la morbidezza della linea curva. Particolarità della sedia è la lavorazione posteriore, dove l’armonico innesto fra struttura e schienale è enfatizzato dal contrasto cromatico o di finiture. La sedia è disponibile sia in versione tutto legno sia nella più comoda variante imbottita.

Veretta

Linee morbide e geometrie semplici descrivono i contorni della collezione Veretta, caratterizzata dall’anello in legno di faggio massello curvato che cinge la seduta e incastona lo schienale. Le sedute, che possono essere imbottite anteriormente, valorizzano la materia legno, in particolare nella giuntura con l’anello del sedile dai terminali lavorati a mano. 

Frisée

Frisée è una collezione che associa alla solidità del legno una frivolezza ironica e gioiosa. Il segno morbido e avvolgente delle sedute esalta la materia e il saper fare di Billiani con colori puri, angoli che si trasformano in curve delicate e gambe che terminano a cipolla, caratteristiche riprese anche nei tavoli in diverse misure. Benché pensata per il contract, la collezione Frisée esprime una leggerezza colta e sofisticata che guarda al mondo dell’ebanisteria.

Doll

Nella sedia in legno Doll l’essenzialità si esprime con garbo e morbidezza. Merito della sagomatura che fa apparire le gambe più sottili e dei tressi curvati, che alleggeriscono il sedile senza compromettere solidità e comfort. Evolutasi nel tempo in una collezione completa che comprende anche sgabelli, poltroncine, poltrone, tavoli e tavolini, Doll è una sedia camaleontica, capace di cambiare stile al cambiare del contesto grazie alle varianti di finitura, alla palette di colori e alla varietà di tessuti disponibili per la versione tappezzata.

Corolla

Cristina Celestino disegna una collezione di sedute e tavoli dalle forme morbide e armoniose. Nelle poltroncine, i volumi tondeggianti sono alleggeriti dalla base in legno lavorato, cifra stilistica di Billiani. La linea ondulata si rifà all’universo della moda, il cui fascino è ben presente anche nella qualità del rivestimento, che trova la sua migliore espressione nell’abbinamento tra colori e texture diverse per struttura e cuscinatura. Disponibili in tre misure, i tavoli uniscono una base conica, che termina con le caratteristiche ondulature, a un piano rotondo in diverse finiture incastonato nella cornice esterna.

Spy

Spy è una collezione ampia e completa di poltrone, tavoli e tavolini. Leitmotiv è il disegno della gamba, che si assottiglia in punta e si presenta leggermente svasata. Cifra stilistica delle sedute è invece la manifattura della scocca, che dà il suo meglio di spalle ripiegandosi ad accogliere le gambe posteriori. Quattro i modelli di poltrona disponibili, dalla poltroncina elegante alla bergère, accogliente e confortevole. Oltre alla base in legno, è disponibile anche la variante in metallo, modellata sulla scocca imbottita.

Fratina

Fratina è ispirata alle classiche sedie con sedile in paglia palustre, che reinterpreta esagerando le linee. Le gambe hanno sezione tonda e lo schienale, agganciato alle gambe posteriori, è generoso al punto da diventare un semicerchio nella versione poltroncina. Il sedile è disponibile in tessuto, cuoietto, cinghie di cuoio o cordino di cellulosa intrecciato, che simula l’antica lavorazione della paglia di palude. Insignita del Red Dot Design Award nel 2016, Fratina è la quintessenza di Billiani – una sedia fra tradizione e sperimentazione.

Hippy

Hippy è una seduta imbottita con base in legno di faggio tornito o metallo. Il saper fare artigianale si esprime qui nella lavorazione dell’imbottitura, dove le cuciture creano un gioco di volumi che rendono la sedia visivamente accogliente. Confortevole, elegante come un abito di sartoria, Hippy si può personalizzare con tessuto proprio o scelto tra quelli a catalogo.

Aloe

La collezione Aloe nasce come rivisitazione della sedia rustica in chiave design e rappresenta un’evoluzione delle forme tradizionali in senso contemporaneo. Lo schienale ha linee dolci che la rendono rassicurante e accogliente, anche nella versione sgabello.